Il testo presenta diversi esempi di rilievi fotogrammetrici di opere d’arte prendendo in esame il duomo di Orvieto, la Villa Reale di Monza, la basilica di S. Marco a Venezia, lo scavo archeologico di Notarchirico di Venosa (Basilicata), il monumento equestre di Ranuccio Farnese a Piacenza, la Torre Pighin a Rovigo il campanile dei Greci e dei Frari a Venezia, il museo di Villa Borghese a Roma, il Frigorifero Parmense, il cranio neandertaliano conservato nel museo Pigorini di Roma, la lanterna e la cupola del Duomo di Firenze, la facciata settecentesca dell’attuale casa dello studente a Mantova, il teatro della Fortuna a Fano, la Galleria Nazionale - Palazzo dei Priori a Perugia, una vetrata istoriata della Basilica Inferiore di Assisi, alcuni scavi archeologici di Pompei, il Duomo di Cremona, il Palazzo Rasponi a Ravenna, la Porta Palio a Verona, gli affreschi del Duomo di Aosta, il tempio di Adriano a Roma, il campanile della chiesa di Bergantino a Rovigo, il polittico di Sant’Antonio di Piero della Francesca, la chiesa di Sant’Andrea della Valle a Roma, la statua equestre di Marco Aurelio a Roma, le mura del Cassero a Prato, le mura di Urbino, la cinta muraria di Ferrara, la cinta muraria di Lucca, via dell’Indipendenza a Bologna, via Meravigli a Milano, il tratto di una via nel centro storico di Sermide a Mantova e altre.