In questo libro sono raccolti saggi riguardanti gli interventi post-sismici sui beni culturali. È importante conservare e preservare il patrimonio storico-artistico soprattutto nelle molte zone soggette a rischio sismico. Il testo è suddiviso in cinque sessioni rispettivamente dedicate all’analisi delle tecnologie attuali, al recupero delle tecnologie storiche e del rapporto con le carte del restauro, alla compatibilità degli interventi di restauro in fase post-sismica con la normativa vigente e alle prospettive tecniche normative e operative del restauro in zona sismica. Soprattutto sono riportati gli indirizzi, le raccomandazioni e le direttive del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per gli interventi in zone sismiche. Come tutti gli altri volumi della stessa serie questo ha il pregio di rimanere attuale anche a distanza di anni dalla sua pubblicazione.

Indice
Introduzione
Interventi di apertura: Maria Giuseppina Gimma: Indirizzo di salute apertura del Convegno
Francesco Sisinni: Saluto del Ministero per i Beni Culturali • Andrzej Tomaszewski: Saluto agli intervenuti da parte dell'ICCROM
Sessione I - Tecnologie attuali
Presiede:
Carlo Cestelli Guidi
Antonio Pavone: "Inerventi di restauro a Noto 1ˆ fase" • Giuseppe Zampino: "Interventi in Basilicata" • Federico Mazzolani: "Tecniche di isolamento sismico negli interventi di restauro" • Antonio Giammarusti - Carlo La Torre: "Analisi dei fattori di vulnerabilità delle strutture monumentali in rapporto al progetto degli interventi" • Renato Sparacio : "Esperienze post-sismiche nella Valle del Comino (FR)" • Giuseppe Tosti: "Nuove tecnologie per il consolidamento di edifici colpiti dal sisma"
Sessione II - Recupero delle tecnologie storiche rapporto con le carte del restauro
Presiede:
Angelo Calvani
Stefano Gizzi: "Recupero delle tecniche e delle tecnologie tradizionali nel restauro dei Monumenti in area sismica" • Antonio Mario De Cunzo: "Interventi di ricostruzione dopo il terremoto del 1980 nelle provincie di Avellino e Salerno" • Antonino Giuffrè: "Efficacia delle tecnologie storiche in zona sismica" • Paolo Marconi: "Il progetto di restauro e la normativa antisismica" • Ruggero Martines: "Le tecniche antisismiche ed i loro rapporti con le carte del restauro" • Giuseppe Imbesi: "I centri storici. Criteri di intervento a scala urbanistica" • Giuseppe Claudio Infranca: "La ricostruzione e il recupero dei valori urbani dopo il sisma del 1968 nella valle del Belice e il suo rapporto con le carte del restauro" • Luciano Summer: "Il Consolidamento statico del Castello di Torrechiara (Parma) dopo il terremoto del 1983"
Sessione III - Compatibilità degli interventi di restauro in fase post-sismica con la normativa vigente
Presiede:
Romeo Ballardini
Antonio Cerardini: "Rispondenza alla normativa di interventi in Abruzzo a seguito del terremoto del 1984" • Maria Margherita Iacobitti: "Metodologie di intervento sui monumenti di zona sismica e principi della Carta del 1972. Necessità di criteri più flessibili" • Samueli - A. Sinopoli - A. Calvani - A. Giffrè - Giorgio Croci: "Compatibilità degli interventi di restauro con la normativa antisismica vigente" • Claudio Renzi : "Indagini e rilevamenti non distruttivi su edifici storici in zona simica" • Luciano Maria Monaco: "Restauro tecnico in zona sismica e normativa: Modelli di calcolo e verifica"
Sessione IV
Tavola rotonda su:
Prospettive tecniche, normative e operative del restauro
Presiede:
Edoardo Benvenuto
Romeo Ballardini Corrado Bucci Morichi Angelo Calvani Giogio Croci Ruggero Martines
Sessione V
Attività del Comitato Nazionale per la prevenzione del patrimonio culturale dal rischio sismico
Indirizzi
Raccomandazioni Direttive