Bollettino per i beni culturali dell'Umbria
Anno I Numero 1

Rivista semestrale di divulgazione scientifica

Formato cm. 24x28
pagine 144 a colori
copertina a colori
Prezzo del fascicolo euro 20,00
Europa euro25,00- Estero euro 30,00
Viterbo 2008

ISSN 1974-3637

Direttore Responsabile: Francesco Scoppola
Comitato promotore: Sandro Bondi, Maria Rita Lorenzetti, Sivano Rometti, Ernesta Maria Ranieri, Francesco Scoppola
Comitato scientifico di redazione: Clara cutini,Alessandro ferretti, Maurizio Galletti, Paola Gonnellini, Antonella Pinna, Maria Vittoria Rogari, Marilena rossi Caponeri, Mariarosa Salvatore, Elisabetta Spaccini, Mario Squadroni, Silvana Tommasoni, Rocca Tricarico
Segreteria di redazione: Silvana Tommasoni, Paola Mercurelli Salari


Sommario anno I numero 1/2008

Presentazioni
Bollettino Regionale per i Beni Culturali dell'Umbria
Fascicoli periodici e quaderni
Attività interistituzionali
L'attività del Laboratorio di diagnostica di spoleto
Attività degli uffici periferici del Ministero per i beni e le attività culturali
L'attività della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Umbria - Vittora Garibaldi, Francesco Scoppola, Rocco Tricarico, Silvana Tommasoni, Alessandro Ferretti
L'attività della Sopraintendenza per i Beni Archeologici dell'Umbria - Mariarosaria Salvatore
L'attività della Sopraintendenza per i Beni Architettonici il Paesaggio, il Patrimonio Storico Artistico e Etnoantropologico dell'Umbria - Maurizio Galletti
L'attività della Sopraintendenzaarchivistica per l'Umbria
L'attività dell'Archivio di Stato di Perugia

L'attività dell'Archivio di Stato di Terni
Attività della Regione Umbria per i beni culturali
Ernesta Maria Ranieri
Articoli in lavorazione sui prossimi numeri del Bollettino

Presentazione

Saluto con piacere la nascita del bollettino della Direzione Regionale dell’Umbria del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, realizzato d’intesa con la Regione Umbria, apprezzando questa pubblicazione mirata ad offrire una informazione completa, che evidenzia le iniziative del Ministero insieme a quelle promosse dalle altre istituzioni operanti nel settore dei beni culturali sullo stesso territorio. Si tratta di una impresa impegnativa, poiché se possono apparire favorevoli le contenute dimensioni geografiche della regione, la ricchezza del suo patrimonio rende invece il compito arduo.
È infatti presente in Umbria una straordinaria concentrazione di tradizioni, di siti e beni di interesse culturale e religioso, che ne fanno una terra particolarmente ricca. Una terra dove numerosissimi artisti hanno vissuto e operato lasciando anche nel più piccolo centro capolavori inestimabili. Qui sono nati i Santi patroni d’Italia e d’Europa, i fondatori di due tra i principali ordini monastici della Cristianità, rendendolo un distretto culturale di prima grandezza. Considero fondamentali tutte le iniziative che valorizzano e diffondono il nostro patrimonio e in special modo quello meno conosciuto, spesso a torto definito “minore” e sono sicuro che questo nuovo bollettino contribuirà a tale scopo. Con questa pubblicazione anche gli istituti periferici del Ministero in Umbria si uniscono a quelli di molte altre regioni già impegnati in questa attività di promozione. Al contempo l’Umbria riprende una peculiare tradizione pionieristica in questo specifico campo prematuramente interrotta (si pensi ad esempio alle cessate pubblicazioni del “Giornale di erudizione” poi divenuto “Giornale di erudizione storico artistica”, fondato dallo storico e paleografo perugino Adamo Rossi, uscito in soli sei numeri annuali a cura della Regia Commissione conservatrice di belle arti nella provincia dell’Umbria dal 1872 al 1877).
Sono certo che questo nuovo “Notiziario”, contribuirà alla divulgazione di realtà già esistenti e a favorire nuove iniziative.

Sandro Bondi